AvviAnaunia: idee per un turismo sostenibile

Published by Valeria Chiodarelli on

Con la fine del mese di gennaio si è concluso il ciclo di serate di coprogettazione, organizzate dal Comune di Ville d’Anaunia (Tn) per un confronto aperto sugli scenari di sviluppo del territorio. In un’economia fortemente centrata sull’agricoltura (la Val di Non è zona di produzione di mele DOP), la possibilità di immaginare un futuro diverso da un lato incuriosisce e rappresenta uno stimolo, dall’altro spaventa. Mettersi in gioco non è semplice, e l’esigenza di un accompagnamento alle nuove idee di giovani e imprenditori, sembra essere una priorità sulla quale lavorare. Molti gli spunti anche per l’amministrazione pubblica, interessata ad alimentare e sostenere un processo di cambiamento e innovazione del tessuto sociale. Un’esperienza significativa e sfidante, che ha permesso di ripensare i ruoli degli attori locali, di approfondire proposte e evidenziare criticità: un modo per confrontarsi con punti di vista differenti e provare, insieme, a delineare alcune priorità.

Il percorso si concluderà con le prossime settimane, con la restituzione da parte di Eur&ca di una lettura ragionata degli stimoli raccolti, da tradurre in indicazioni operative di breve e medio periodo. Un punto di arrivo di questo intenso percorso che, auspichiamo, possa in realtà rappresentare per Ville d’Anaunia solo una tappa di un percorso di più ampio di sviluppo.


Valeria Chiodarelli

Esperta senior nella progettazione, gestione e rendicontazione di interventi confinanziati dai fondi strutturali e dai fondi europei a gestione diretta, a favore di Amministrazioni pubbliche. Ha maturato un’esperienza decennale in Eur&ca, dove ha collaborato all’ideazione ed attuazione di numerosi interventi di sviluppo locale, in materia di turismo, con un’esperienza verticale sulla filiera del termalismo e dei processi di programmazione negoziata. E’ autrice di numerosi articoli su riviste specializzate e ha collaborato alla stesura di diversi volumi, editi da IlSole 24Ore. Ha partecipato a diversi seminari organizzati dal Dipartimento delle Politiche Comunitarie e dal Nucleo Antifrode della Guardia di Finanza, in qualità di relatrice esperta delle politiche comunitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »