LIFE PROGRAMME: in apertura il bando 2019

Published by Valeria Chiodarelli on

Il programma europeo LIFE riapre i termini per la presentazione delle proposte progettuali, per la call 2019.

LIFE è il programma dedicato ai temi dell’ambiente, della sostenibilità e del contrasto ai cambiamenti climatici: un programma ampio, per abbraccia molti ambiti di intervento, dai progetti incentrati su temi legati a natura e biodiversità, fino ad interventi innovativi per promuovere un utilizzo efficiente delle risorse energetiche.

Possono partecipare al programma LIFE sia soggetti pubblici che privati (profit e nonprofit), singoli o in un’aggregazione, purché le proposte progettuali mostrino evidenti benefici per l’ambiente.
Sarà possibile presentare proposte dal prossimo 4 aprile, con un percorso in 2 step: la prima fase entro giugno con la presentazione delle concept note progettuali; la seconda tra ottobre 2019 e febbraio 2020 con la candidatura dei progetti completi, per coloro che saranno stati selezionati durante le prima fase.
Il contributo del programma potrà essere pari al 55% del budget complessivo del progetto.

Eur&ca ha maturato rilevante esperienza su questo programma, avendo collaborato con i partenariati impegnati nella realizzazione di progetti come LIFE TIB, LIFE DOP e LIFE OPTIMAL.
Contattaci per avere maggiori informazioni, valuteremo insieme se la tua idea progettuale può trovare nel programma LIFE un valido supporto.


Valeria Chiodarelli

Processi di progettazione partecipata, partenariati ampi e progettazione integrata: questi gli ambiti di intervento prediletti, con una forte passione per tutto ciò che ha a che fare con politiche di sviluppo locale. Laurea in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale, con un occhio alla dimensione europea nella programmazione e gestione dei fondi a gestione diretta e strutturali. Territorio, capitale umano, relazioni, idee: questi gli ingredienti con i quali si confronta per affiancare percorsi di sviluppo sostenibile, competitività e cambiamento, senza dimenticare le opportunità che possono derivare dai bandi e dai contributi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »