Aree Interne, focus sui progetti

Published by Valeria Chiodarelli on

Prosegue il percorso della Strategia Nazionale Aree Interne: la scorsa settimana si è tenuta in Regione Lombardia una giornata di approfondimento sullo stato di attuazione dei progetti. Le Strategie Alta Valtellina e Alto Lago di Como e Valli del Lario hanno partecipato con i propri rappresentanti territoriali, e con l’assistenza tecnica Eur&ca, per un confronto e un aggiornamento puntuale sui percorsi in essere.

Un’occasione per fare il punto e discutere punti di forza e criticità: l’esperienza di questi anni sta infatti portando i primi risultati, che meritano di essere analizzati. In generale, l’articolazione del percorso di programmazione e progettazione, ha comportato uno slittamento dei tempi: i territori, in collaborazione con Regione, stanno ora cercando di recuperare, anche alla luce delle scadenze dettate dalla programmazione 2014/2020.

Alcune linee di azione stanno procedendo senza particolari problemi: gli interventi di efficientamento energetico, ad esempio, o i progetti per la conciliazione dei tempi di vita e lavoro. Altre azioni sono in corso, come la realizzazione di itinerari cicloturistici o la valorizzazione di siti di interesse quali l’Orrido di Bellano o il Forte di Oga, in Valdisotto. Nonostante qualche contrattempo – imputabile a questioni di carattere procedurale – gli interventi stanno procedendo e i primi lavori potranno prendere avvio nei prossimi mesi.

Tra gli interventi da rivalutare, invece, le azioni previste ad esempio per la formazione continua: percorsi che non hanno riscontrato un significativo ritorno dai territori, tendenzialmente per un insieme di fattori legati alla tipologia del contributo e ai requisiti di accesso. Una criticità che potrà tuttavia diventare lo spunto per una riflessione e una rimodulazione di queste progettualità, attraverso l’avvio di un confronto tra i vari stakeholders pubblici e privati, regionali e locali.

Tra i progetti che prenderanno avvio a breve anche un’azione di capacity building, coordinata da Regione Lombardia, a supporto delle amministrazioni locali impegnate nel processo di ideazione e gestione delle Strategia d’Area: un progetto sperimentale che potrà, un domani, rappresentare un punto di riferimento anche per altre aree a livello nazionale.


Valeria Chiodarelli

Processi di progettazione partecipata, partenariati ampi e progettazione integrata: questi gli ambiti di intervento prediletti, con una forte passione per tutto ciò che ha a che fare con politiche di sviluppo locale. Laurea in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale, con un occhio alla dimensione europea nella programmazione e gestione dei fondi a gestione diretta e strutturali. Territorio, capitale umano, relazioni, idee: questi gli ingredienti con i quali si confronta per affiancare percorsi di sviluppo sostenibile, competitività e cambiamento, senza dimenticare le opportunità che possono derivare dai bandi e dai contributi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »