Riapre Viaggio #InLombardia: il nuovo bando

Published by Valeria Chiodarelli on

Con una nuova dotazione di 1 milione di euro, riapre il bando Viaggio #InLombardia, i cui criteri generali sono stati approvati da Regione Lombardia, a seguito del successo della prima edizione di inizio anno.

L’obiettivo del bando è quello di promuovere e sostenere i piccoli borghi lombardi e i territori meno conosciuti, attraverso progetti che curino la comunicazione e la valorizzazione di prodotti turistici legati a questi contesti, con l’intento di aumentarne la visibilità e le presenze turistiche.

I progetti dovranno quindi prevedere le attività di destination marketing:

  • iniziative di comunicazione (pianificazione media, press/blog tour, attività di ufficio stampa),
  • attività di b2b (come educational tour sul territorio, partecipazione a fiere o workshop)
  • la declinazione di almeno un itinerario tematico esperienziale.

Potranno presentare domanda in forma aggregata i capifila di partenariati composti da almeno:

  • un ente locale lombardo
  • un soggetto pubblico

Sono esclusi i comuni capoluogo di provincia della Lombardia e il Comune di Milano.

Il bando riconosce un contributo fino al 70% della spesa, fino al massimo di 100.000 € per progetto.

Sei interessato a questo bando? Vuoi saperne di più e cerchi un supporto qualificato per partecipare? Scopri di più a questo link Viaggio#inLombardia: contributi per attività di marketing territoriale


Valeria Chiodarelli

Processi di progettazione partecipata, partenariati ampi e progettazione integrata: questi gli ambiti di intervento prediletti, con una forte passione per tutto ciò che ha a che fare con politiche di sviluppo locale. Laurea in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale, con un occhio alla dimensione europea nella programmazione e gestione dei fondi a gestione diretta e strutturali. Territorio, capitale umano, relazioni, idee: questi gli ingredienti con i quali si confronta per affiancare percorsi di sviluppo sostenibile, competitività e cambiamento, senza dimenticare le opportunità che possono derivare dai bandi e dai contributi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »