Consegnato lo Studio di fattibilità per il PIC dell’Oltrepò Mantovano

Published by Sabrina Savoca on

Si è conclusa oggi la fase di accompagnamento al Consorzio dell’Oltrepò Mantovano per lo sviluppo di un percorso di progettazione partecipata finalizzato alla realizzazione di uno Studio di fattibilità per il Bando “Piani Integrati della Cultura (PIC)” di Fondazione Cariplo.

Nel dettaglio il lavoro si è concentrato sullo sviluppo di un PIC Tematico e quindi un Piano Integrato incentrato su un progetto culturale articolato – promosso dal Consorzio Oltrepò Mantovano insieme a una rete di attori locali (Comuni, soggetti attivi nell’ambito della cultura e creatività, ecc.) – sulla base di un obiettivo comune di sviluppo culturale incentrato su un tema specifico.

L’Oltrepò Mantovano ha deciso di puntare sul tema dell’Archivio vivente e in particolare sulla riscoperta e valorizzazione di figure emblematiche (personaggi nati e cresci sul territorio oppure che ne hanno determinato lo sviluppo) e sulla promozione del connubio tradizione-innovazione.

Il territorio dell’Oltrepò Mantovano è infatti ricco di tradizioni popolari, risorse (materiali e immateriali) e contenuti che occorre riportare in luce e valorizzare in chiave nuova – a beneficio di cittadini, turisti ma soprattutto delle nuove generazioni – in modo che non vada perso ma anzi si trasformi in linfa vitale per la crescita locale, una nuova narrazione del territorio e l’avvio di nuovi progetti ed iniziative in ambito culturale, creativo e didattico.

Il percorso di progettazione partecipata è quindi stato fondamentale per:

  • favorire momenti di scambio e confronto tra i vari soggetti attivi sul territorio;
  • innescare nuove relazioni e sinergie tra gli stakeholders;
  • promuovere una maggiore conoscenza e consapevolezza riguardo il sistema culturale dell’Oltrepò Mantovano, facendo emergere punti di forza e di debolezza, opportunità e indicazioni per il futuro;
  • condividere buone pratiche, italiane ed estere, da cui poter trarre spunto per la definizione dei progetti;
  • individuare bisogni e risorse;
  • analizzare attori, attività e target relativi agli scenari attuali e futuri;
  • far emergere figure emblematiche e tematismi;
  • definire progettualità integrate e condivise da sviluppare nel breve, medio e lungo periodo;
  • dare avvio a una serie di riflessioni su governance, comunicazione e manutenzione.

Questo ha consentito di fare una sintesi riguardo i filoni tematici da valorizzare (tradizione popolare, musica, teatro, patrimonio immateriale, arte e archeologia) e individuare l’asset strategico su cui puntare per dare avvio a una narrazione e valorizzazione del territorio, a base culturale, innovativa e integrata. Durante questo percorso, avviato a maggio e terminato a dicembre 2019, Eur&ca non solo ha gestito la fase di progettazione partecipata ma anche supportato il Consorzio dell’Oltrepò Mantovano nella stesura dello Studio di fattibilità e nelle attività di rendicontazione confermando la sua esperienza nella promozione di nuove modalità di scoperta, racconto e fruizione del territorio e del suo patrimonio culturale.

Translate »