Single Blog Title

This is a single blog caption

Contributi per progetti di ricerca applicata: Nanotecnologie e nuovi materiali, n. 37 del 4 ottobre 2010

Edizioni: Informatore Pirola, IlSole24Ore

A cura di:  Nicola Zerboni e Federica Sala
Il bando di seguito illustrato è stato pubblicato nell’ambito del VII Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo, importante programma comunitario adottato per il periodo di programmazione 2007/2013. Il programma, approvato dalla Commissione europea in data 18 dicembre 2006, rappresenta il principale strumento comunitario per il sostegno ai processi di ricerca in Europa. La sua azione spazia su quattro programmi specifici (cooperazione, volto alle attività transnazionali di ricerca cooperativa – idee, volto alla ricerca di base condotta attraverso un Consiglio europeo della ricerca (CER), – persone, volto alle iniziative di scambio ricercatori – capacità, volto al sostegno alle infrastrutture di ricerca, alle regioni della conoscenza e alle piccole e medie imprese) per un bilancio totale di 50,5 miliardi di euro. Il programma “cooperazione” si basa su attività transnazionali di ricerca cooperativa, e affronta la ricerca in dieci aree tematiche che corrispondono ad altrettanti ed importanti settori della scienza. Una delle più importanti aree tematiche afferisce alla sfera delle nanoscienze, nanotecnologie, materiali e nuove tecnologie di produzione, e si propone di innalzare la competitività delle industrie che operano in Europa e favorire il processo da una industria ad alta densità di risorse ad una ad alto coefficiente di conoscenza. Obiettivo ultimo quello di favorire la nascita di cambiamenti graduali sia nella conoscenza di nuovi meccanismi e tecnologie, sia nella loro attuazione ed applicazione pratica. Si tratta di un importante traguardo cui si tende a livello europeo, che porterà benefici tanto alle nuove industrie ad alta tecnologia quanto alle industrie tradizionali che decidono di innovarsi e di diffondere tra le PMI i risultati della ricerca.

Obiettivi del bando
Il bando europeo intende favorire il rafforzamento della competitività delle imprese industriali europee, attraverso la diffusione delle conoscenze e il passaggio da una industria ad alta intensità di risorse ad una ad alta intensità di conoscenza. Tale innovazione permetterà un ulteriore sviluppo delle PMI che potranno beneficiare della diffusione dei risultati della ricerca e operare per uno sviluppo competitivo del settore in cui operano.

Risorse disponibili 
Il bando mette a disposizione una dotazione finanziaria pari ad € 99.500.000,00.

Beneficiari
I soggetti che possono partecipare al bando devono rispettare una serie di caratteristiche: • Essere soggetti giuridici stabili in uno Stato Membro o in un paese associato o costituiti a norma di diritto comunitario • Essere organizzazioni internazionali di interesse europeo • Essere soggetti giuridici stabiliti in un paese partner nell’ambito della cooperazione internazionale Nel caso della partecipazione di un’organizzazione internazionale diversa da quanto sopra elencato, il contributo può essere concesso a condizione che sia rispettata almeno una delle condizioni seguenti: • se previsto nei programmi specifici o nel relativo programma di lavoro • se il contributo è essenziale per l’attuazione dell’azione indiretta • se tale finanziamento è previsto in un accordo bilaterale scientifico e tecnologico, o in un accordo diverso, tra la Comunità e il paese in cui e stabilito il soggetto giuridico Qualsiasi impresa, università, centro di ricerca o qualsiasi altro soggetto giuridico, stabilito in uno Stato membro, in un paese associato o in un paese terzo, può partecipare ad un’azione indiretta a condizione che soddisfi le condizioni minime di partecipazione: • presenza di almeno 3 soggetti giuridici, ognuno dei quali deve essere stabilito in uno Stato membro o in un paese associato • in nessun caso 2 di questi soggetti giuridici possono essere stabiliti nello stesso Stato membro o paese associato • tutti e 3 i soggetti giuridici devono essere indipendenti l’uno dall’altro A questa regola generale vi sono delle eccezioni: • per i progetti in collaborazione per azioni di cooperazione specifiche incentrate sui paesi partner nell’ambito della cooperazione internazionale devono partecipare almeno 4 soggetti giuridici indipendenti tra loro, di cui 2 devono essere stabiliti in uno Stato membro o un paese associato, ma non nello stesso Stato membro o paese associato e gli altri 2 devono essere stabiliti in un paese partner, ma non nello stesso paese partner, nell’ambito della cooperazione internazionale, salvo indicazione contraria nel programma di lavoro • per le azioni di coordinamento e sostegno e le azioni di formazione e sviluppo della carriera dei ricercatori, la condizione minima è la partecipazione di 1 soggetto giuridico • per le azioni indirette a sostegno dei progetti di ricerca «di frontiera» finanziati nell’ambito del Consiglio europeo della ricerca,la condizione minima è la partecipazione di 1 soggetto giuridico stabilito in uno Stato membro o in un paese associato

Intervento e spese ammissibili 
Il bando concede contributi per la realizzazione di attività che riguardano essenzialmente l’attuazione di tecnologie che hanno un impatto su tutti i settori industriali e su molti altri temi del settimo programma quadro. Vediamo in dettaglio cosa può essere finanziato: Nanoscienze e nanotecnologie Il bando finanzia la creazione di materiali e sistemi con proprietà e comportamenti predefiniti, basati sulla conoscenza e sull’esperienza approfondita raggiunta a livello “nano”. Obiettivo dare vita ad una nuova generazione di prodotti e servizi che avranno una vasta gamma di applicazioni e minimizzerà allo stesso tempo i potenziali impatti negativi sull’ambiente e sulla salute. In dettaglio: generazione di nuove conoscenze sui fenomeni legati all’interfaccia e alle dimensioni; controllo su scala nanometrica delle proprietà dei materiali per nuove applicazioni; integrazione di tecnologie su scala nanometrica, compreso il monitoraggio e il rilevamento; proprietà autoassemblanti; nanomotori; nanomacchine e nanosistemi; metodi e strumenti di caratterizzazione e manipolazione su scala nanometrica; tecnologie nanometriche e di alta precisione nel settore della chimica per la produzione di materiali di base e componenti; studio e fabbricazione di componenti nanometrici precisi; impatto sulla sicurezza umana, sulla salute e sull’ambiente; metrologia, monitoraggio e rilevamento, nomenclatura e norme, esplorazione di nuovi concetti e strategie per le applicazioni settoriali, ivi compresa l’integrazione e la convergenza di tecnologie emergenti. Nuovi materiali Il bando finanzia lo sviluppo di nuove superfici e nuovi materiali multifunzionali, con proprietà studiate su misura e prestazioni prevedibili per i nuovi prodotti e i nuovi procedimenti così come per la loro riparazione. In dettaglio: generazione di nuove conoscenze sui materiali e sulle superfici ad alte prestazioni per nuovi prodotti e processi, nonché per la loro riparazione; materiali basati sulle conoscenze con proprietà personalizzate e prestazioni prevedibili; progettazione e simulazione più affidabili; modellizzazione computazionale; maggiore complessità; compatibilità ambientale; integrazione della funzionalità nano-micro-macro nella tecnologia chimica e nelle industrie di trattamento dei materiali; nuovi nanomateriali, compresi i nanocomposti, biomateriali e materiali ibridi, ivi compresa la progettazione e il controllo del loro trattamento, delle loro proprietà e delle loro prestazioni. Nuovi metodi di produzione Il bando finanzia lo sviluppo di nuove conoscenze e delle loro applicazioni, volte alla ricerca di modelli sostenibili di produzione e di consumo. Obiettivo la creazione di condizioni adeguate all’innovazione continua (nelle attività industriali e nei sistemi di produzione, inclusi la progettazione, la costruzione, i dispositivi e i servizi) e allo sviluppo di “patrimoni” di produzione generici (tecnologie, strutture di organizzazione e produzione, risorse umane) rispettando nel contempo i requisiti di sicurezza e quelli ambientali. In dettaglio: creare le condizioni e i mezzi per una produzione sostenibile ad alto coefficiente di conoscenze, ivi compresa l’elaborazione, lo sviluppo e la convalida di nuovi paradigmi che soddisfino le esigenze industriali emergenti, e promuovere la modernizzazione della base industriale europea; sviluppo di mezzi di produzione generici per una produzione adattiva, in rete e basata sulla conoscenza; sviluppo di nuovi concetti di ingegneria che valorizzino la convergenza delle tecnologie (ad es. nanotecnologie, microtecnologie, biotecnologie, geotecnologie, tecnologie dell’informazione, ottiche, cognitive e loro requisiti ingegneristici) per la prossima generazione di prodotti e servizi nuovi o rinnovati ad alto valore aggiunto e adeguamento all’evoluzione delle esigenze; tecnologie di produzione ad alto rendimento. Integrazione di tecnologie per le applicazioni industriali Il bando finanzia l’integrazione delle conoscenze e delle tecnologie delle tre aree di ricerca summenzionate, al fine di accelerare la trasformazione dell’economia e dell’industria europea, adottando contemporaneamente un approccio sicuro, socialmente responsabile e sostenibile. La ricerca si concentrerà pertanto su nuove applicazioni e soluzioni originali per far fronte alle sfide più importanti nonché alle necessita della RST individuate dalle varie Piattaforme tecnologiche europee sopra citate. In dettaglio: integrazione di nuove conoscenze, delle nanotecnologie e delle microtecnologie, dei materiali e della produzione in applicazioni settoriali e transettoriali, tra cui: salute, prodotti alimentari, edilizia ed edifici, trasporti, energia, informazione e comunicazione, chimica, ambiente, tessili e abbigliamento, calzature, industria forestale, acciaio, ingegneria meccanica. Procedure Per partecipare al bando è necessario predisporre la domanda di contributo, allegare il programma di lavoro dettagliato, che metta in evidenza azioni e responsabilità, obiettivi e finalità, partenariato, piano finanziario e modalità di monitoraggio del progetto. La domanda deve essere inviata entro e non oltre il 4 novembre 2010 attraverso il seguente portale: https://www.epss-fp7.org/epss/welcome.jsp

Contributo concesso 
Il bando permette di ottenere una sovvenzione a fondo perduto secondo le seguenti specifiche:  In generale Organismi pubblici senza scopo di lucro, istituti di istruzione secondaria e superiore, organismi di ricerca e PMI Attività di ricerca e sviluppo tecnologico 50% 75% Attività di dimostrazione 50% 50% Azioni di coordinamento e sostegno 100% 100% Gestione del Consorzio 100% 100%

Informazioni 
Per avere maggiori informazioni sul bando e per scaricare tutta la modulistica per partecipare è possibile collegarsi al seguente link: http://cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=User Site.CooperationDetailsCallPage&call_id=369

You may also like
A breve il nuovo bando per i Piani Integrati della Cultura in Lombardia!
Ammesso alla fase 2 il PIC del Consorzio Oltrepò Mantovano!
BENI APERTI: finanziati i 2 progetti candidati da Eur&ca!
Contributi alle imprese ricettive delle aree interne lombarde!

Lascia un commento

Translate »