agricoltura sociale cariploIl bando, pubblicato da Fondazione Cariplo,  intende sostenere pratiche di agricoltura sostenibile in ottica agroecologica e sociale come strumento di presidio e risposta ai rischi territoriali e come occasione di sviluppo economico locale attivando opportunità di inserimento lavorativo di soggetti in condizione di svantaggio. Le richieste di contributo potranno essere presentate in qualità di capofila esclusivamente da organizzazioni private senza scopo di lucro ammissibili ai bandi della Fondazione singolarmente o in partenariato con enti pubblici e/o altri privati nonprofit ammissibili.

Saranno ritenute ammissibili iniziative che prevedano attivazione, rafforzamento o ampliamento di produzioni agricole sostenibili con ricaduta diretta sull’inserimento lavorativo (possibilmente stabile) di persone in condizioni di svantaggio. Le suddette iniziative potranno prevedere, oltre alla produzione, interventi in altre fasi della filiera agricola (trasformazione, distribuzione, commercializzazione dei prodotti, etc.) o attività legate alla multifunzionalità dell’agricoltura. Verrà assegnata priorità ai progetti che presentino i seguenti elementi:

  • ricadute sul territorio in termini di ripristino della qualità ambientale e paesaggistica e di manutenzione dei terreni finalizzata alla riduzione dei rischi territoriali;
  • interventi su edifici/terreni in stato di abbandono o sottoutilizzati;
  • valorizzazione dell’agro-biodiversità locale;
  • applicazione dei principi dell’economia circolare (es. trasformazione degli scarti agricoli ecc.);
  • promozione ex novo di reti e altre forme di aggregazione locale e/o extralocale, o chiara collocazione dell’iniziativa all’interno di reti esistenti;
  • esperienza interdisciplinare nella progettazione e realizzazione degli interventi oggetto del bando;
  • presenza di altre forme di finanziamento (pubbliche o private);
  • presenza di forme di collaborazione attiva, capaci di dar vita a interventi di rete e a progettualità condivise con i servizi territoriali, con le altre organizzazioni non-profit e con le imprese profit;
  • descrizione dei compiti e delle mansioni delle persone inserite, prevedendo compiti e mansioni il più possibile qualificati, compatibilmente con il grado di svantaggio;
  • iniziative per l’accrescimento e il trasferimento di competenze;
  • destinazione di aree/spazi alla fruizione pubblica

Il bando eroga un contributo a fondo perduto del 60% della spesa e fino ad € 400.000.  Non aspettare oltre, contattaci per capire come aderire al bando, possiamo aiutarti nella stesura del progetto, nelle azioni di animazione territoriale e nella partecipazione al bando.


Federica Sala

Esperta senior nella progettazione, gestione e rendicontazione di interventi cofinanziati dai fondi nazionali e regionali, a supporto di Enti locali e del mondo imprenditoriale. Ha maturato in Eur&ca un’esperienza di oltre 9 anni, seguendo molteplici iniziative: dalle Gestioni Associate dei servizi comunali, ai Distretti del Commercio fino a progetti di valorizzazione territoriale e imprenditoriale di varia natura, e di stesura di specifici Business Plan per lo sviluppo di Impresa. Segue l’intera filiera commerciale e gestionale relativa ai bandi occupandosi della individuazione dei target cui proporre i progetti e della loro stesura e successiva gestione. E’ autrice di diversi articoli sui contributi pubblici editi dal IlSole24Ore.

2 Comments

abcfinance.it · 20 Settembre 2018 at 03:37

Condividero il post con i miei followers di Instagram

    Federica Sala · 20 Settembre 2018 at 14:35

    Grazie per la condivisione. La invitiamo anche a registrarsi gratuitamente alla nostra piattaforma FAST https://fast.eurca.com per essere informato sui bandi aperti che potrebbero aiutarla a realizzare il suo progetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »