Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta: contributi per progetti di cultura e innovazione civica

Published by Arianna Barindelli on

Partenariati di soggetti pubblici e/o privati possono essere i promotori di progettualità culturali che si rapportino strettamente con l’innovazione civica, grazie al contributo a fondo perduto del 70% della spesa di un interessante bando attualmente aperto.

Il bando intende favorire ed agevolare la realizzazione di progetti culturali focalizzati sulla sperimentazione di un nuovo prodotto o processo culturale volto ad agire sull’impatto civico e che possa poi essere inserito all’interno delle attività permanenti dei soggetti coinvolti.

Nello specifico, si tratta di favorire nuove sperimentazioni volte a:

  • potenziare la convivenza e la coesione sociale;
  • migliorare la qualità della cittadinanza;
  • contrastare le discriminazioni;
  • favorire la consapevolezza sui diritti individuali, civili e sociali;
  • fronteggiare le disuguaglianze nella distribuzione delle opportunità.

Le attività dovranno svolgersi in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e il contributo massimo richiedibile per il progetto è pari ad € 80.000.

Se avete intenzione di sperimentare nuovi percorsi nell’ambito della cultura che vadano a rispondere a determinati e sentiti bisogni civici, contattateci al più presto. Potrebbe essere l’occasione giusta da cogliere al volo!

Richiedici un preventivo senza impegno per partecipare al bando, collegati al link: https://bit.ly/2OtHT73

Possiamo offrirvi la nostra consulenza in modo da riuscire ad impostare nel migliore dei modi un progetto di successo!


Arianna Barindelli

La più giovane del team, ma non per questo meno determinata: precisa e organizzata, conosce il mondo della finanza agevolata, ed è in grado di accompagnare le imprese di diversi settori interessate a partecipare ai bandi di contributo. Un’esperienza interdisciplinare alle spalle, con un Master sui temi della cooperazione internazionale, e un’attenzione a cogliere le esigenze progettuali per tradurle in opportunità di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »