Bandi

Contributi per le Filiere Corte in Lombardia

filiera cortaAperto il bando per la valorizzazione delle filiere corte della Lombardia. Il bando si rivolge ad aggregazioni di imprese agricole e di trasformazione e commercializzazione ed eroga contributi a fondo perduto del 50% della spesa e fino ad € 200.000 per studi di fattibilità, consulenze, investimenti ed opere volte a creare filiere corte.

Nello specifico il bando si rivolge alle imprese agricole (capofila ed eventuali partner) partecipanti ad aggregazioni di nuova costituzione o già costituite che intraprendano nuove attività. L’aggregazione deve essere costituita in prevalenza numerica da imprese agricole (minimo due) che si organizzano eventualmente con altri soggetti (intermediari commerciali, soggetti che svolgono attività di trasformazione, etc.) al fine di avviare la filiera corta.

Gli obiettivi del bando sono quindi i seguenti:

  • Ridurre le fasi di intermediazione commerciale in modo da migliorare la competitività delle imprese agricole nella filiera agroalimentare e collegare maggiormente produttore agricolo e consumatore
  • Ridurre la distanza geografica percorsa dai prodotti agroalimentari e migliorare la sostenibilità ambientale, la sicurezza, la qualità, oltre a promuovere le produzioni locali
  • Orientare le imprese alla domanda del mercato, sviluppando modalità di vendita diretta nuove e diversificate, con lo scopo di aumentare le potenzialità di vendita

Per raggiungere questi obiettivi sono a disposizione € 200.000 per ciascun progetto selezionato, a copertura delle spese di:

  • Studi di fattibilità del progetto, animazione, progettazione
  • Costi di esercizio della cooperazione relativi ai costi di personale dedicato al coordinamento dell’attività di progetto limitatamente al primo anno di attività
  • Costi per attività di promozione e informazione: la promozione deve riguardare la filiera corta e non i singoli produttori che partecipano alla medesima e deve essere finalizzata a far conoscere ai potenziali clienti la nuova realtà e i vantaggi e le implicazioni derivanti dall’acquisto tramite filiera corta
  • Costi di investimento (attrezzature, macchinari, …)
  • Spese generali per progettazione, direzione lavori, collaudi e oneri per la sicurezza sino ad un massimo del 5% del costo degli investimenti

Il bando scade a settembre, Eur&ca è a disposizione per supportare le imprese nella fase di creazione della rete, stesura del progetto e partecipazione al bando. Contattaci per sapere cosa possiamo offrirti!

(Visited 30 times, 1 visits today)
You may also like
INTRAPRENDO: riapre il 4 ottobre lo sportello per nuovi progetti!!
MontagnaFuturo: compila il questionario online
Fondo Nazionale Comuni di Montagna: Eur&ca in prima fila
Siglato l’accordo tra Eur&ca e Federfarma Brescia per i bandi!

Leave a Reply