A livello nazionale sono presenti diversi spazi vuoti o sottoutilizzati, che potrebbero essere valorizzati partendo proprio da iniziative di coinvolgimento della cittadinanza e degli attori locali. Si parla spesso, in questi casi, di iniziative di placemaking, nate per valorizzare spazi esterni e renderli accessibili alla cittadinanza e ai turisti, per creare socialità e occasioni di fruizione locale.

E’ in quest’ottica che nasce questo nuovo bando di Fondazione Cariplo, con l’intenzione di sostenere il processo di rigenerazione di alcuni edifici attraverso strategie di gestione sostenibili nel medio e lungo periodo. Il bando persegue un nuovo approccio di riuso transitorio di edifici dismessi, per sperimentare la loro nuova funzione e capire se possa divenire stabile nel tempo. Il coinvolgimento della cittadinanza in queste scelte è fondamentale affinchè il progetto si possa mantenere stabile nel tempo e si possano innescare iniziative correlate.

OBIETTIVI DEL BANDO

Il bando intende finanziare progetti di riuso di edifici vuoti o sottoutilizzati all’interno dei quali sperimentare nuove funzioni di utilizzo in chiave culturale e restituire al territorio i luoghi.

COSA FINANZIA IL BANDO

Il bando agevola progetti che siano in grado di toccare due ambiti specifici:

  1. SPERIMENTAZIONE: attraverso l’avvio di funzioni ed usi innovativi e flessibili a base culturale, che possano essere testati sul territorio per capire se possano divenire stabili nel tempo
  2. SVILUPPO: azione che prevede eventuali revisioni delle ipotesi iniziali o consolidamento delle stesse

Gli edifici ammessi a bando devono essere di proprietà di enti ammissibili al contributo di Fondazione Cariplo (enti locali, enti nonprofit) e devono essere identitari per il territorio.

ENTI AMMESSI AL BANDO

Il bando è aperto a partenariati con enti locali e del Terzo Settore (questi ultimi attivi regolarmente da almeno 2 anni, con un bilancio conforme alle direttive del Terzo Settore e con patrimonio netto positivo nell’ultimo bilancio).

IL CONTRIBUTO

La partecipazione al bando permette di ottenere un contributo a fondo perduto del 75% e fino ad € 250.000, con ALMENO il 60% del budget dedicato alla sperimentazione e MASSIMO il 40% dedicato alla riqualificazione degli edifici e al loro allestimento. NON ammesse spese per acquisto degli immobili.

TEMPISTICHE

Il bando è senza scadenza, significa che si può fare domanda in qualsiasi momento (comunque entro metà ottobre 2021)

Eur&ca, grazie alla sua esperienza su questa tipologia di bandi, è in grado di affiancarvi sia nella fase di strutturazione dell’idea strategica e di adesione al bando, sia nella fase successiva, per il coordinamento delle attività, la rendicontazione e la gestione del processo di progettazione partecipata in grado di animare l’adesione del territorio.


Federica Sala

I progetti prendono forma grazie al suo talento. Nessuno conosce meglio di lei i bandi di finanziamento, sui quali lavora da anni con molte realtà del territorio: difficilmente la troverete ferma alla sua scrivania, perché la sua agenda è sempre ricca di appuntamenti per sviluppare nuove idee e portare in attuazione i progetti che, grazie al suo supporto, hanno già ricevuto contributi. Laureata in Scienze Politiche, sempre pronta a cogliere le opportunità della finanza agevolata, è in grado di affiancare tanto enti locali e soggetti pubblici, quanto realtà private e non profit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »