Fondazione Cariplo ha attivato il bando “Per la cultura 2021 volto a valorizzare il contributo offerto dalla cultura al benessere delle persone e allo sviluppo locale.

Gli obiettivi del bando sono:

  • promuovere nuove forme di partecipazione alla vita culturale e di rigenerazione delle identità locali, con una particolare attenzione alle fasce di popolazione con minori opportunità;
  • sostenere la capacità degli operatori culturali di ripensare le proprie modalità di funzionamento e di organizzazione dell’offerta in un’ottica di sviluppo sostenibile dei territori e delle comunità.

Progetti ammissibili

Fondazione Cariplo intende sostenere progetti indirizzati ad una completa riapertura dei luoghi della cultura e/o al riavvio di attività culturali che, sul fronte della gestione, prevedano azioni in entrambi i seguenti ambiti:

1) “PROSSIMITÀ – coinvolgimento dei pubblici”. Realizzazione di iniziative di ingaggio volte a rimotivare i cittadini la cui propensione alla partecipazione sia diminuita (per parziale perdita di fiducia o per il peggioramento delle condizioni economiche), a incoraggiare la partecipazione delle persone con minori opportunità e ad avvicinare nuovi pubblici, in particolare di prossimità. Ciò dovrà avvenire anche attraverso la revisione delle strategie di comunicazione e promozione.

2) “CREATIVITÀ – rinnovamento delle attività”. Individuazione di modelli di offerta rilevanti per i pubblici individuati, promuovendo l’innovazione culturale e prevedendo – se opportuno – il ricorso al digitale e alle nuove tecnologie. Saranno privilegiati gli operatori che favoriranno investimenti in capitale umano, sia sul piano artistico-culturale sia su quello tecnico-organizzativo, nella prospettiva di mantenere o ripristinare i livelli occupazionali precedenti all’emergenza Covid.

I progetti potranno inoltre prevedere eventuali interventi sul fronte degli investimenti con l’ambito 3) “NECESSITA’ – adeguamento delle strutture”: realizzazione di investimenti per il rilancio e la gestione delle attività, che potranno riguardare l’acquisto di materiali, attrezzature e tecnologie, l’adeguamento degli spazi a disposizione all’interno dei luoghi della cultura, la messa in opera di piccoli interventi che consentano, in un ambiente sicuro, di ricreare le condizioni di tranquillità e fiducia, indispensabili per una piacevole fruizione.

Nel dettaglio i progetti, per essere ammissibili, dovranno rispettare i seguenti REQUISITI:

  • localizzazione dell’iniziativa nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo (Regione Lombardia e province di Novara e del VCO);
  • avvio del progetto nel 2022 e preferibilmente non precedente il mese di aprile;
  • durata complessiva del progetto (intesa come intervallo di tempo in cui si sviluppano tutte le azioni, da quelle preparatorie a quelle conclusive) compresa tra 12 e 24 mesi;
  • presenza di azioni riferite ad entrambi gli ambiti (PROSSIMITÀ – coinvolgimento dei pubblici e CREATIVITÀ – rinnovamento delle attività);
  • richiesta complessiva di contributo non superiore al 75% dei costi totali dell’iniziativa e in ogni caso non superiore a 200.000 €. L’ammontare richiesto dovrà essere commisurato alle dimensioni economico-finanziarie e all’attività pregressa dei proponenti: nel caso di progetti di durata annuale, si suggerisce che il contributo richiesto non superi il 30% dei proventi annuali degli ultimi bilanci approvati dell’organizzazione proponente; nel caso di progetti di durata biennale e di progetti presentati in partenariato (a prescindere dalla durata) si suggerisce che il contributo richiesto non superi il 50% dei proventi annuali dell’organizzazione capofila, sempre con riferimento agli ultimi bilanci approvati;
  • eventuali costi di adeguamento delle strutture complessivamente non superiori al 30% dei costi totali del progetto.

Soggetti destinatari

Sono soggetti ammissibili al presente bando le organizzazioni non profit di natura privata che:

  • presentino, tra le finalità principali del proprio Statuto, la gestione di attività e/o beni culturali;
  • vantino, almeno negli ultimi 2 anni, un’attività di tipo professionale, regolare e non episodica.

A tutti i soggetti proponenti è richiesta la presentazione del bilancio consuntivo articolato secondo uno dei seguenti schemi:

  1. Conto economico, Stato patrimoniale, Nota integrativa e delibera di approvazione del bilancio (“modello CEE”);
  2. Rendiconto gestionale, Stato Patrimoniale, Relazione di missione e delibera di approvazione del bilancio (“modello ETS”).

È consentita la presentazione di un progetto in partenariato con una o più organizzazioni di natura privata non profit o pubblica (gli enti pubblici sono ammissibili soltanto nel ruolo di partner).

È richiesto inoltre che i soggetti proponenti e i loro eventuali partner di progetto:

  • rispettino la legislazione del lavoro per l’attività prestata da tutti i collaboratori e adottino, nei confronti dei lavoratori e dei fornitori, una condotta regolare (definizione di compensi equi, rispetto dei contratti, rispetto dei tempi di pagamento ecc.);
  • siano in possesso dei requisiti di agibilità per gli eventuali spazi gestiti/utilizzati e destinati alla pubblica fruizione.

Inoltre si ricorda che possono partecipare al presente bando solo i soggetti che non siano stati beneficiari di contributo (in qualità di ente proponente singolo o di capofila) sull’edizione 2020 (entrambe le scadenze) del Bando Per la Cultura e/o sul Bando Per il sostegno dell’ordinaria attività degli Enti di Terzo Settore (anno 2021).

Ambito territoriale di riferimento

Regione Lombardia e province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola.

Tipologia di contributo

Il bando prevede un contributo a fondo perduto non superiore al 75% dei costi totali dell’iniziativa e in ogni caso non superiore a 200.000 €.

Scadenza

Il bando scade il 20/12/2021.

Non esitare a contattarci per conoscere tutti i dettagli di questa opportunità a supporto della cultura!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »