Si è finalmente aperto il bando di contributo rivolto ai Comuni Italiani per la migrazione dei servizi in cloud. Il bando attua, all’interno della Missione 1 Componente 1 del PNRR, finanziato dall’Unione europea nel contesto dell’iniziativa NextGenerationEU, l’Investimento 1.2 “ABILITAZIONE AL CLOUD PER LE PA LOCALI”. L’investimento è collegato all’obbligo, introdotto dall’art. 35 del D.L. 76/2020, per la PA di migrare i propri CED verso ambienti cloud.

BENEFICIARI DEL BANDO

Il bando si rivolge ai Comuni italiani interessati a trasferire in cloud i servizi all’utenza.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Il bando finanzia un Piano di migrazione al cloud (comprensivo delle attività di assessment, pianificazione della migrazione, esecuzione e completamento della migrazione, formazione) delle basi dati e delle applicazioni e servizi dell’amministrazione secondo le indicazioni dell’Allegato 2 al bando. Il bando sostiene la migrazione al cloud di un numero di servizi minimo di 7 (numero che cresce a seconda delle dimensioni dell’Ente) a scelta tra più di 90 servizi censiti dal bando stesso.

Sono ammesse spese sostenute a partire dal 1 febbraio 2020 o da sostenere dopo la graduatoria. In particolare, a fronte della graduatoria i Comuni avranno tempo 6 mesi per affidare l’incarico al fornitore che si occuperà della migrazione e avranno poi da qui tempo 15 mesi per completare gli interventi.

AGEVOLAZIONE

Il bando ha una dotazione finanziaria di € 500 milioni e per ciascun servizio migrato eroga importi differenziati a seconda delle dimensioni dell’ente e delle modalità di migrazione, per importi da un minimo di € 1.500 circa a servizio, fino ad un massimo di € 75.000 circa a servizio.

TEMPISTICHE

Il bando scade il 22 luglio 2022

Eur&ca è a disposizione per approfondire il bando e per supportare gli enti nella fase di candidatura.


Federica Sala

I progetti prendono forma grazie al suo talento. Nessuno conosce meglio di lei i bandi di finanziamento, sui quali lavora da anni con molte realtà del territorio: difficilmente la troverete ferma alla sua scrivania, perché la sua agenda è sempre ricca di appuntamenti per sviluppare nuove idee e portare in attuazione i progetti che, grazie al suo supporto, hanno già ricevuto contributi. Laureata in Scienze Politiche, sempre pronta a cogliere le opportunità della finanza agevolata, è in grado di affiancare tanto enti locali e soggetti pubblici, quanto realtà private e non profit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »