IL PERCORSO IN ATTO

Il percorso che ha portato alla nascita dei Distretti del Commercio in Piemonte è nato nel 2021, quando la Direzione Cultura, Turismo e Commercio ha lanciato il “Bando per l’accesso all’agevolazione regionale relativa all’istituzione dei Distretti del Commercio“. Grazie a questo primo procedimento, i territori piemontesi hanno potuto conoscere da vicino lo strumento distrettuale, già in vigore da diversi anni in altre regioni (ad esempio Lombardia, Veneto, Puglia, …) e trarne tutti i vantaggi per lo sviluppo socio-economico dei propri territori.

Grazie ad un primo bando regionale nella prima metà del 2021 sono stati selezionati diversi raggruppamenti di comuni, che hanno ottenuto un contributo di € 20.000 per sostenere spese consulenziali volte ad avviare studi e analisi per l’impostazione di strategie di sviluppo triennali dei territori. Questo primo step ha quindi permesso ai territori di impostare idonee strategie di sviluppo, che hanno coinvolto diversi stakeholders territoriali: Imprese, Associazioni, Enti locali. Per rimarcare l’importanza dello strumento distrettuale, Regione Piemonte ha anche messo a disposizione, nella seconda metà dell’anno 2021, ben € 1.264.751,00 per sostenere la realizzazione di alcune delle progettualità previste nei Piani Strategici presentati dai Distretti.

Eur&ca ha supportato diversi Distretti del Commercio in entrambe le iniziative, lavorando su diverse tematiche: lo sviluppo di servizi comuni soprattutto in territori maggiormente ampi e urbani; lo sviluppo di strategie di turismo di prossimità in aree ad alto potenziale; la nascita di proposte ed idee per la valorizzazione dei locali commerciali sfitti, e molto altro.

IL NUOVO BANDO

Per il 2022 Regione Piemonte ha messo a disposizione ulteriori risorse, volte a supportare i Distretti nella realizzazione delle proprie strategie. Il nuovo bando vede una dotazione finanziaria di € 8.832.989,95, di cui €7.563.790,97 per spese di investimento e €1.269.198,98 per spesa corrente. Il bando eroga una agevolazione a fondo perduto pari all’80% della spesa (quindi una buona possibilità per i Distretti) e fino ad € 250.000 per coprire spese in conto capitale e fino ad € 42.306,63 per coprire spese correnti. Diverse le tipologie di spesa ammesse:

  • design urbano e degli spazi pubblici
  • sistemazione delle aree mercatali
  • riqualificazione e rigenerazione urbana
  • politiche attive sul riuso degli spazi sfitti
  • recupero e valorizzazione dei locali commerciali storici
  • promozione finalizzata alla rivitalizzazione della rete distributiva
  • consegna delle merci a domicilio e creazione di un sistema organizzato e agile per la distribuzione delle merci
  • formazione, informazione e servizi di accompagnamento degli imprenditori e degli addetti del settore della distribuzione
  • misure di fiscalità di vantaggio per promuovere iniziative o progettualità compatibili con la tutela e promozione dell’ambiente urbano
  • semplificazioni amministrative
  • sperimentazioni in materia di orari

Il bando lascia ampio spazio anche alle imprese: infatti, una quota non inferiore al 30% della spesa progettuale dei progetti strategici dovrà essere riservata alle azioni a favore delle imprese del commercio e della somministrazione di alimenti e bevande per mezzo di bandi ad evidenza pubblica.

IL SUPPORTO DI EUR&CA

Eur&ca supporta i Comuni e i Distretti del Commercio dal lontano 2009, e ha quindi alle spalle più di 50 esperienze distrettuali per le quali ha supportato diverse fasi: nascita, sviluppo e ri-orientamento dei Distretti e delle loro strategie, potendo contare su diversi approcci metodologici ed esperienza maturata sul campo. Grazie alla nostra esperienza siamo in grado di portare esempi e proposte calate sulle diverse realtà territoriali e possiamo consigliare al meglio i Distretti del Piemonte che sono ancora nella fase di startup e sviluppo.

Non esitate a contattarci anche solo per informazioni: sapremo guidarvi verso lo sviluppo distrettuale più adatto alle vostre esigenze.


Federica Sala

I progetti prendono forma grazie al suo talento. Nessuno conosce meglio di lei i bandi di finanziamento, sui quali lavora da anni con molte realtà del territorio: difficilmente la troverete ferma alla sua scrivania, perché la sua agenda è sempre ricca di appuntamenti per sviluppare nuove idee e portare in attuazione i progetti che, grazie al suo supporto, hanno già ricevuto contributi. Laureata in Scienze Politiche, sempre pronta a cogliere le opportunità della finanza agevolata, è in grado di affiancare tanto enti locali e soggetti pubblici, quanto realtà private e non profit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »