Il GAL Oltrepo Pavese ha riaperto alcuni bandi volti al sostegno dello sviluppo territoriale locale. In particolare il presente articolo si concentra su 3 bandi di interesse la cui scadenza è stata prorogata al 30 Novembre 2022. C’è ancora tempo dunque per candidare i progetti per:

  1. Incentivi per lo sviluppo di infrastrutture e di servizi turistici locali (operazione 7.5.1)
  2. Incentivi per lo sviluppo di infrastrutture locali (operazione 7.2.1)
  3. Incentivi per lo sviluppo di servizi in favore della popolazione rurale (operazione 7.4.1)

L’Operazione 7.5.1 mira a finanziare progetti di realizzazione o ammodernamento di infrastrutture e percorsi turistici, escursionistici e didattici capaci di integrare e coniugare perfettamente la valorizzazione dei prodotti enogastronomici del territorio, le grandi potenzialità naturalistiche, storico- culturali e le infinite tradizioni rurali del territorio.

Si rivolge agli Enti Pubblici, ai soggetti di diritto pubblico, alle Fondazioni e Associazioni non profit e agli organismi responsabili delle Strade dei Vini e dei Sapori.

Ammette progetti legati a:

  1. infrastrutture su piccola scala: ad esempio punti di informazione, segnaletica
  2. infrastrutture ricreative con servizi di piccola ricettività
  3. sviluppo e commercializzazione di servizi turistici

Il bando eroga un contributo a fondo perduto del 90%.

L’Operazione 7.2.1 mira a sostenere investimenti finalizzati alla produzione di energia rinnovabile da utilizzare per scopi di pubblica utilità, favorendo l’utilizzo di biomasse e altre risorse naturali locali e incentivando servizi connessi alla produzione e alla distribuzione dell’energia rinnovabile.

Si rivolge agli Enti Pubblici e ai soggetti di diritto pubblico.

Tra le progettualità ammesse troviamo:

  1. nuovi impianti termici o di cogenerazione ad alto rendimento
  2. nuovi impianti fotovoltaici appartenenti alla tipologia ad integrazione architettonica totale
  3. nuovi impianti di riscaldamento/raffrescamento alimentati da pompe di calore geotermiche

Il bando eroga un contributo a fondo perduto del 90%.

L’Operazione 7.4.1 sostiene interventi finalizzati all’offerta di servizi in ambito sanitario, socio-assistenziale, culturale, ricreativo, formativo ed ambientale, necessari per assicurare un’adeguata qualità di vita alle popolazioni locali.

La domanda di contributo può essere presentata da Enti Pubblici, soggetti di diritto pubblico e Fondazioni.

Sono ammissibili gli investimenti finalizzati alla offerta di servizi in ambito sanitario, socio-assistenziale, culturale, ricreativo e ambientale volti ad assicurare un’adeguata qualità della vita alle popolazioni rurali, rivolti a:

  1. attivare servizi essenziali per la popolazione rurale (ad esempio in ambito sanitario, trasporti, comunicazioni, servizi di prossimità (mercati locali e negozi multiservizi), da attivare preferibilmente in forma integrata per la riduzione dei costi;
  2. avviare e/o potenziare servizi di utilità sociale (ad esempio assistenza domiciliare, mobilità ampliamento dotazioni tecnologiche strutture scolastiche, ammodernamento tecnologico strutture comunali per la creazione di servizi di pubblica utilità etc.);
  3. sviluppare attività ricreative e didattiche volte alla divulgazione ed al passaggio generazionale del patrimonio culturale e identitario e delle tradizioni delle popolazioni rurali

Anche in questo caso il contributo viene erogato a fondo perduto del 90%.

Si tratta di bandi di ampio interesse per i Comuni dell’area dell’Oltrepo Pavese: Eur&ca resta a disposizione per aiutare gli enti nella partecipazione al bando.


Federica Sala

I progetti prendono forma grazie al suo talento. Nessuno conosce meglio di lei i bandi di finanziamento, sui quali lavora da anni con molte realtà del territorio: difficilmente la troverete ferma alla sua scrivania, perché la sua agenda è sempre ricca di appuntamenti per sviluppare nuove idee e portare in attuazione i progetti che, grazie al suo supporto, hanno già ricevuto contributi. Laureata in Scienze Politiche, sempre pronta a cogliere le opportunità della finanza agevolata, è in grado di affiancare tanto enti locali e soggetti pubblici, quanto realtà private e non profit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »