Il prossimo 2023 sarà un anno particolarmente importante per le Città di Bergamo e Brescia elette Capitali Italiane della Cultura. Chi assume questo ruolo ha ben in mente le priorità da rispettare, nonché la necessità di un’importante promozione di tutto il patrimonio culturale territoriale da valorizzare sia a livello locale, che a livello nazionale e internazionale. 

All’interno di questo contesto, il Comune di Brescia ha scelto di intervenire attraverso la pubblicazione di due avvisi di concessione di contribuiti: 

  • il primo “Avviso pubblico per la concessione di contributi a progetti culturali di prossimità per l’anno 2023” con scadenza il 31/10/2022   
  • il secondo “Avviso pubblico per la concessione di contributi a progetti culturali nel territorio cittadino” con chiusura entro il 21/11/2022. 

Questi sostegni hanno come obiettivo l’avvio e lo sviluppo di progetti culturali originali, creativi, inclusivi e di prossimità, tali da risaltare il titolo onorario di Capitale della Cultura e ampliare l’offerta culturale e la partecipazione cittadina.  

Chi può usufruire dei contributi e a quanto ammontano? 

L’avviso con scadenza a fine ottobre è rivolto a soggetti pubblici e soggetti privati, singoli o in rete, che propongano iniziative e attività senza scopo di lucro

In merito allo stanziamento del contributo, questo ammonta complessivamente a €250.000,00 suddivisi per le Zone e i quartieri della città individuati dal bando. Ciascuna zona avrà a disposizione € 50.000,00 per i progetti che insistono sul proprio territorio. Il contributo massimo erogabile per ogni progetto è pari a € 20.000,00 e non potrà superare l’80% delle spese preventivate. 

Per quanto riguarda il secondo bando, con scadenza a novembre, i beneficiari risultano essere le organizzazioni private non aventi finalità di lucro, con esperienza in ambito culturale, organizzate singolarmente o in rete. 

In questo caso, la dotazione finanziaria prevista dall’Avviso è pari a €300.000,00. Il contributo massimo erogabile per ogni progetto è pari a € 40.000,00 e non potrà superare l’80% delle spese preventivate. Si precisa, inoltre, che saranno ammessi progetti che presenteranno costi pari ad almeno € 25.000,00. 

Quali progetti sono ammissibili? 

Per entrambi gli avvisi, i progetti candidabili dovranno evidenziare una coerenza con la visione complessiva e la programmazione dedicata al grande evento e rispettare le seguenti macro-aree:  

  • La cultura come cura
  • La città natura 
  • La città dei tesori nascosti 
  • La città che inventa 

Si ricorda inoltre che queste progettualità potranno prevedere spettacoli ed eventi performativi, esposizioni, attività di laboratorio, di intrattenimento, di riscoperta e valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale, di aggregazione e inclusione sociale mediante attività culturali o altre tipologie di iniziative, che abbiano come denominatore comune la capacità di attivazione delle comunità e  dell’associazionismo locale, in modo da incrementare la varietà e la qualità dell’offerta culturale sul territorio. 

Hai a cuore la cultura e il patrimonio della tua città? Vorresti organizzare eventi ed attività in vista di “Bergamo e Brescia Capitale italiana della cultura 2023”? 
Affrettati! Hai ancora tempo per candidare la tua proposta entro il 31/10/2022 oppure entro il 21/11/2022. Eur&ca ti supporterà nelle attività di elaborazione e candidatura del dossier progettuale grazie alla grande esperienza maturata nel settore della progettazione a carattere culturale. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »