E’ giunto al termine il progetto “PIA 3 PLUS” finanziato da Regione Lombardia nel corso del 2018 nell’ambito dell’operazione del Piano di Sviluppo Rurale n. 16.10. Quattro anni intensi, durante i quali i 15 partner coinvolti hanno collaborato per il raggiungimento di obiettivi specifici ed importanti per lo sviluppo dell’economia rurale dell’area mantovana.

Il progetto fin dall’inizio si è posto obiettivi ambiziosi:

  1. Innalzamento dei livelli di qualità in ambito BENESSERE ANIMALE e SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE
  2. Cooperazione e sinergie tra Imprese agricole, Amministrazioni Comunali ed enti di sviluppo strategico presenti sul territorio
  3. Trasferimento di buone prassi dall’alto contenuto innovativo e volte alla sostenibilità del territorio, attraverso la proposta di metodologie e soluzioni nuove in campo agricolo

I partner del progetto intendevano potenziare qualitativamente e valorizzare le produzioni locali, innovando e ponendo attenzione ai principi di sostenibilità ambientale.

Per raggiungere questi importanti obiettivi, sono state messe in campo diverse azioni tra loro complementari:

  1. Le Imprese, occupate principalmente nell’allevamento di bovini e nella produzione di latte, hanno proposto e realizzato interventi volti a rinnovare i macchinari presenti nelle aziende, per ottimizzare i processi produttivi e organizzare al meglio la filiera produttiva, (ad esempio riqualificazione stalle, inserimento di tecnologie volte a monitorare il benessere degli animali e il rispetto di indici di tutela ambientale, ammodernamento degli impianti), ma anche interventi volti a valorizzare, in chiave turistica, i propri spazi, con creazione di percorsi di visita, attivando principalmente l’operazione 4.1.02 del PSR).
  2. I Comuni (Gonzaga, Moglia, San Benedetto Po) hanno investito in infrastrutture per la valorizzazione turistica dell’area interessata, come ad esempio aree camper attrezzate per favorire un turismo rurale immersivo, ripristino itinerari ciclabili volti alla fruizione in chiave sostenibile del territorio, investimenti in sistemi di energia alternativa. Fondamentale il progetto del Consorzio Oltrepo’ Mantovano, che per conto di tutti i comuni dell’area interessata ha realizzato un progetto volto alla realizzazione di un sistema unico di percorrenza eco-sostenibile attrezzando le piste ciclabili esistenti con attrezzature multimediali volte a rilanciare un turismo rurale. Il tutto andando a valorizzare principalmente le operazioni 7.4.01 e 7.5.01 del PSR.
  3. Grazie al Centro Tecnologico Arti e Mestieri è stato possibile coinvolgere le imprese agricole di tutto il territorio coinvolto nel PIA, in percorsi di formazione volti ad approfondire tematiche fondamentali per il corretto raggiungimento degli obiettivi di progetto: sicurezza, principi di gestione e marketing, tecniche colturali specifiche.
  4. Il capofila dell’intero PIA, la Cooperativa San Isidoro di Pegognaga, ha quindi gestito, grazie alla sua competenza verticale, oltre che l’intera operazione 16.10, coordinando l’intero programma di interventi, anche l’operazione 1.2.01 volta alla diffusione di informazioni e alla attivazione di tecniche dimostrative presso le aziende, rispetto alle metodologie volte a migliorare benessere animale, riduzione dell’utilizzo del farmaco e buone prassi in ambito colturale.

Un progetto quindi articolato e coeso, che ha permesso di creare reti di collaborazione.

In totale il Programma PIA ha mobilitato investimenti per circa 2 milioni di euro (il rendiconto finale è in corso in questi giorni e la cifra potrebbe subire variazioni).

Per maggiori informazioni sul progetto si rimanda alla pagina SOCIAL del capofila.

Eur&ca srl ha accompagnato il partenariato fin dalla prima manifestazione di interesse sul bando, nel lontano 2017, fornendo assistenza tecnica prima nella fase di partecipazione al bando, coordinando le varie professionalità locali messe in campo e stendendo il progetto poi candidato a bando. Successivamente ha fornito attività di Assistenza Tecnica al capofila, interfacciandosi con i vari partner di progetto e i loro tecnici e supportando l’intera fase di coordinamento, gestione e rendicontazione del progetto.


Federica Sala

I progetti prendono forma grazie al suo talento. Nessuno conosce meglio di lei i bandi di finanziamento, sui quali lavora da anni con molte realtà del territorio: difficilmente la troverete ferma alla sua scrivania, perché la sua agenda è sempre ricca di appuntamenti per sviluppare nuove idee e portare in attuazione i progetti che, grazie al suo supporto, hanno già ricevuto contributi. Laureata in Scienze Politiche, sempre pronta a cogliere le opportunità della finanza agevolata, è in grado di affiancare tanto enti locali e soggetti pubblici, quanto realtà private e non profit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »