Con l’obiettivo di contrastare la dispersione scolastica nel territorio, Fondazione CRC ha attivato una misura finalizzata all’introduzione di metodologie volte a potenziare le competenze, i talenti e il successo scolastico di bambini e ragazzi. Tale iniziativa si configura come risposta alle critiche condizioni dei contesti familiari causate dalle chiusure durante il periodo pandemico, che hanno determinato un aumento della dispersione scolastica sia in Piemonte che a livello nazionale.

Inserito nella sfida +Competenze della Fondazione, con uno stanziamento complessivo di € 560.000,00, il bando si propone di implementare spazi fisici volti a facilitare l’aggregazione delle giovani generazioni attraverso la sperimentazione di modelli organizzativi che possano consolidare reti dedicate al target, al fine di offrire opportunità di crescita personale e sociale.

Soggetti ammissibili:

Possono partecipare al bando le seguenti categorie di soggetti con sede nella provincia di Cuneo:

  • Enti pubblici locali
  • Enti del Terzo Settore
  • Associazioni
  • Istituti scolastici
  • Associazioni sportive dilettantistiche
  • Parrocchie

Per essere considerati idonei, il progetto deve essere presentato da un partenariato composto da almeno due enti tra quelli precedentemente elencati, includendo obbligatoriamente il Comune presso cui ha sede lo spazio come ente partner.

Prima della presentazione del progetto, gli enti coinvolti nella rete devono stipulare un accordo di partenariato che chiarisca il ruolo di ciascun ente nella gestione dello spazio, nell’organizzazione delle attività e le competenze e attività gestite direttamente. L’accordo deve inoltre contenere le norme di utilizzo degli spazi, permettendo la fruizione da parte di enti che non fanno parte del partenariato.

Interventi ammissibili:

Il bando sostiene la creazione di spazi comunitari aperti e polifunzionali, dedicati alla realizzazione di attività e laboratori di educazione informale, sperimentazioni di supporto agli apprendimenti e focalizzati sullo sviluppo delle attitudini secondo elevati standard qualitativi.

Gli spazi devono garantire un facile accesso, consentendo l’accoglienza di diversi enti in fasce orarie ampie e differenziate, e devono essere aperti anche a gruppi informali di ragazzi, promuovendo la corresponsabilità degli attori coinvolti nell’accordo di partenariato. Inoltre, devono essere in grado di ospitare diverse tipologie di attività durante la stessa giornata.

Il progetto deve includere almeno due attività con finalità educativa, orientativa, di potenziamento degli apprendimenti e di scoperta dei talenti, programmate per ciascuna giornata di apertura.

 Infine, è richiesto che il progetto abbia una durata pluriennale, estendendosi per almeno 36 mesi.

Contributo:

Il bando eroga agevolazioni come contributi a fondo perduto, fino a un massimo di € 80.000,00 per singolo progetto. Le richieste devono essere presentate entro le ore 23.59 del 16 febbraio 2024.

Per saperne di più partecipa al nostro webinar su FASTZero dedicato il 16 gennaio alle ore 11.00: link webinar Spazio Giovani


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »