In ottemperanza alla legge regionale n. 14/2014, Regione Emilia-Romagna ha lanciato un bando mirato a potenziare la rete dei laboratori territoriali per la sostenibilità delle imprese. L’iniziativa, parte integrante della strategia regionale per l’implementazione dell’Agenda 2030 e del progetto di rilancio economico attraverso il Patto per il lavoro e il clima, si propone di affrontare specifiche problematiche e opportunità di sviluppo a livello territoriale, coinvolgendo attivamente le imprese in un percorso di innovazione sociale.
Il bando dispone di una dotazione finanziaria di €600.000,00 per le annualità 2024 e 2025, erogando contributi per progetti centrati su ambiti tematici specifici volti a sostenere l’innovazione aziendale e promuovere l’adozione di nuovi modelli organizzativi.


Soggetti ammissibili
Il bando è aperto a diverse categorie di soggetti con sede in Emilia-Romagna, tra cui Camere di Commercio, Province, Comuni e Unioni di Comuni. Tali soggetti possono candidare progetti sia individualmente che in forma di partenariato.


Interventi ammissibili
Le proposte progettuali per il biennio 2024/2025 possono focalizzarsi su uno o più degli ambiti tematici seguenti:

  • Transizione energetica ed economia circolare:
    • Implementazione di strategie di ottimizzazione delle risorse attraverso l’ecodesign, il riciclo e l’allungamento della vita dei beni.
    • Adozione di modelli circolari innovativi di utilizzo e consumo.
    • Sperimentazione di sistemi di misurazione della circolarità e sostenibilità.
    • Implementazione di processi di simbiosi industriale.
    • Produzione e utilizzo di energie rinnovabili.
    • Riduzione dell’uso della plastica in coerenza con la strategia #PlasticfreER.
    • Sviluppo di sistemi per la tracciabilità e diffusione della rendicontazione di sostenibilità.
  • Logistica e mobilità sostenibile delle merci:
    • Azioni pilota per la promozione della mobilità sostenibile delle merci.
    • Progettazione di sistemi di mobilità innovativi, inclusi quelli basati su mezzi condivisi o servizi di mobilità condivisa.
  • Innovazione sociale nei servizi alle comunità e nel welfare aziendale:
    • Progettazione di soluzioni e servizi innovativi per rispondere ai nuovi bisogni sociali.
    • Potenziamento delle reti e dei servizi di comunità, con un focus sulle aree interne o marginali.
    • Sviluppo di sistemi innovativi di welfare aziendale a livello locale, anche attraverso la collaborazione tra diverse unità aziendali.

Di seguito le spese ammissibili:

  • consulenze e spese finalizzate alla realizzazione dei laboratori
  • spese per la comunicazione e diffusione dei risultati
  • spese per la stesura di studi di fattibilità relative ad azioni pilota

Agevolazione

Il bando prevede contributi a fondo perduto fino al 100% delle spese ammissibili, con un massimo di €40.000,00 per ogni annualità.

Le richieste devono essere presentate entro le ore 13.00 del 29 febbraio 2024.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »